Intervista
Stampa 3D: un'evoluzione continua
DentalTech intervista Francesco Biaggini
Dr. Francesco Mangano

Professore Associato, Digital Dentistry, Sechenov University, Mosca, Russia. Editore della Digital Dentistry Section del Journal of Dentistry (Elsevier) rivista Q1 con impact factor 4.4 e citescore 7.0. Socio Fondatore, Socio Attivo e Presidente (2024-2025) della Digital Dentistry Society (DDS) International. Direttore della Mangano Digital Academy (MDA), accademia che ha lo scopo di promuovere l’educazione nell’Odontoiatria Digitale. Ideatore del Corso “#ZEROMICRONS: la Precisione in Digital Dentistry”. Autore di 145 pubblicazioni su riviste internazionali indicizzate Pubmed e ad elevato impact factor, con un h-index di 54 (Google Scholar) e 40 (Scopus). Esercita la libera professione a Gravedona (Como), dedicandosi esclusivamente all’Odontoiatria Digitale, ed allo sviluppo ed all’applicazione di tecnologie innovative in Odontoiatria, come l’intelligenza artificiale, la realtà aumentata e la robotica. 

Francesco Mangano

Buongiorno Francesco, grazie per essere qui. Iniziamo parlando dell'innovazione nel settore dentale. Secondo te, quale sarà il ruolo della stampa 3D nei prossimi anni?

Grazie, è un piacere. La stampa 3D sta rivoluzionando il settore dentale, offrendo soluzioni rapide, personalizzate e a costi contenuti. Prevedo che diventerà sempre più prevalente, specialmente con l'avanzamento delle tecnologie chair-side, che permette ai dentisti di stampare dispositivi direttamente nello studio. Questo riduce i tempi di attesa per i pazienti e migliora l'efficienza dei trattamenti.


Parlando di stampa chair-side, come vedi il futuro dell'odontotecnico in questo scenario in evoluzione?

La stampa chair-side rappresenta una grande opportunità per gli odontotecnici di espandere il loro ruolo. Anche se alcuni processi si spostano in clinica, l'esperienza e la competenza degli odontotecnici restano indispensabili per la progettazione e la finitura dei dispositivi. L'odontotecnico moderno diventerà un partner ancora più stretto del dentista, collaborando attraverso piattaforme digitali per creare soluzioni su misura che rispondono esattamente alle esigenze dei pazienti.


Come si inseriscono le certificazioni di prodotto, come la ISO 13485 e la marcatura CE MDR, in questo contesto?

Le certificazioni ISO 13485 e la conformità CE MDR sono fondamentali per garantire la qualità e la sicurezza dei dispositivi medici, inclusi quelli prodotti tramite stampa 3D. Per i professionisti del settore dentale che adottano queste tecnologie, ottenere queste certificazioni significa dimostrare un impegno verso l'eccellenza e la conformità ai più alti standard internazionali. Questo non solo rafforza la fiducia nei confronti dei pazienti, ma apre anche le porte a nuovi mercati, garantendo che i prodotti siano sicuri, affidabili e conformi alle normative vigenti. Mi auguro sempre che tutti i prodotti rientrino nelle regole che permettono di dichiarare un dispositivo medico sicuro e affidabile. Le certificazioni di prodotto devono essere percepite dai professionisti come un plus e non un semplice adempimento burocratico.


Quali sono le maggiori sfide che i professionisti del settore dentale devono affrontare per integrare con successo la stampa 3D nei loro flussi di lavoro?

Una delle sfide principali è la curva di apprendimento associata all'adozione di nuove tecnologie. È essenziale investire in formazione e sviluppo professionale per garantire che i team siano competenti nell'uso della stampa 3D. Un'altra sfida è l'aggiornamento dei sistemi IT e la gestione dei dati digitali, che sono cruciali per un flusso di lavoro efficiente. Inoltre, mantenere la conformità con le normative e le certificazioni richiede un impegno costante per garantire che tutti i processi e i prodotti rispettino gli standard richiesti.


In un settore in rapida evoluzione, come possono i professionisti mantenere aggiornate le loro competenze sulla stampa 3D?

La chiave è l'impegno continuo nella formazione e nello sviluppo professionale. Partecipare a seminari, workshop e corsi di formazione specifici per la stampa 3D e i flussi digitali nel settore dentale è fondamentale. Altrettanto importante è lo scambio di conoscenze attraverso reti professionali e comunità online e fisiche, dove professionisti di tutto il mondo condividono esperienze, sfide e soluzioni. Mantenere una mentalità aperta e proattiva verso l'apprendimento continuo è essenziale per navigare con successo in questo paesaggio in evoluzione. Vuoi un esempio pratico veloce veloce? Congresso Digital Dentistry Society a Firenze, Congresso Aiop a Bologna e Congresso Sipro a Firenze. Tre congressi dove sì ci si può confrontare e approfondire il tema del digitale e della stampa 3D.


Come può la stampa 3D migliorare l'esperienza del paziente nel settore dentale? 

La stampa 3D ha il potenziale per trasformare l'esperienza del paziente, rendendola più confortevole e personalizzata. Con la capacità di produrre dispositivi su misura in tempi brevi, possiamo ridurre significativamente l'attesa per i pazienti, migliorando la loro soddisfazione generale. Inoltre, la precisione della stampa 3D consente di realizzare trattamenti più accurati e meno invasivi, migliorando i risultati clinici e, di conseguenza, la fiducia dei pazienti nei trattamenti che ricevono.


Infine, quali opportunità vedi per l'innovazione futura nel campo della stampa 3D dentale?

Le opportunità sono vastissime. Dall'uso di materiali avanzati che offrono proprietà migliorate, alla personalizzazione estrema dei trattamenti, fino all'integrazione con altre tecnologie emergenti come l'intelligenza artificiale per la progettazione e la pianificazione dei trattamenti. Un'altra area di grande potenziale è l'ulteriore sviluppo delle capacità chairside, che potrebbero rendere i trattamenti dentali ancora più rapidi ed efficienti. Sono entusiasta di vedere come queste innovazioni continueranno a migliorare la qualità delle cure dentali e l'esperienza dei pazienti in futuro.


Grazie, Francesco, per aver condiviso la tua visione approfondita e le tue speranze per il futuro della stampa 3D nel settore dentale. È chiaro che ci aspettano tempi emozionanti grazie a persone innovative come te. Ci vediamo a Firenze al congresso DDS il 18 e 19 ottobre 2024.
 

Video correlati
Non ci sono video associati a questo articolo.
AnnunciVedi tutti
Privato
Offro
Privato
Offro
Privato
Offro