AIFA: Robert Giovanni Nisticò verso la presidenza
sede AIFA, esterno
Schillaci ufficializza la proposta in Stato-Regioni

La conferma ufficiale annuncia Robert Giovanni Nisticò come il nuovo presidente dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), su proposta del Ministro della Salute, Orazio Schillaci. 
Questa decisione segue le anticipazioni e ora attende l'approvazione finale dalla Conferenza Stato-Regioni. Nisticò, nato a Londra nel 1974 e cresciuto in Italia, vanta un ricco background accademico e professionale. 
Figlio di Pino Nisticò, farmacologo e precedente presidente della Regione Calabria, ha brillantemente completato i suoi studi in Medicina e Chirurgia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, laureandosi con il massimo dei voti e lode. Successivamente, ha ottenuto la specializzazione in Psichiatria, anche questa con lode, dalla stessa università. Il suo percorso lo avvicina alla figura di Luca Pani, che ha ricoperto il ruolo di direttore generale dell'AIFA dal 2011 al 2016, anch'egli specializzato in psichiatria.

La sua carriera come educatore e ricercatore nel campo della farmacologia ha iniziato a prendere forma tra il 2001 e il 2006 all'Università della Calabria, per poi evolversi con un ruolo di Professore Straordinario di Farmacologia alla Facoltà di Farmacia e Medicina dell'Università Sapienza di Roma dal 2012 al 2015. Nisticò si distingue anche per la sua prolifica produzione scientifica, essendo autore o coautore di oltre 130 articoli pubblicati su riviste internazionali, con un indice H di 32, oltre a 10 capitoli di libri e più di 150 abstract presentati a congressi sia nazionali che internazionali.

Il suo curriculum è arricchito da riconoscimenti importanti, come il Marie Curie Intra European Fellowship nel 2002-2003 e il Marie Curie Reintegration Grant nel 2003-2004, entrambi nel campo delle Scienze della Vita. Tra il 2012 e il 2018, ha tenuto il titolo di Honorary Lecturer presso l'Università di Nottingham nel Regno Unito. La sua innovazione è testimoniata anche da brevetti di cui è inventore o co-inventore, tra cui un sistema peptidico per il trattamento delle malattie legate all'eccitotossicità da glutammato, una formulazione per il rilascio di ossido nitrico, e un approccio chimico-fisico per il trattamento degli acufeni.

Dal 2015, Robert Giovanni Nisticò ha svolto un ruolo cruciale nell'Agenzia dei Medicinali di Malta come consulente esperto per gli Affari Regolatori, apportando la sua expertise nella valutazione di medicinali. Contemporaneamente, ha guidato ricerche innovative presso l'European Brain Research Institute, concentrando i suoi studi su importanti tematiche neurologiche. Come Alternate Delegate per l'Iniziativa europea dei Medicinali Innovativi (IMI) dal 2015, Nisticò ha avuto un ruolo attivo nello sviluppo dell'agenda di ricerca IMI, promuovendo l'innovazione nel settore farmaceutico europeo. Dal 2016, ha influenzato significativamente il campo dei farmaci orfani all'EMA e, dal 2017, ha diretto il Corso di Laurea Magistrale in Farmacia all'Università Tor Vergata, insegnando Farmacologia Generale e Tossicologia.

Nisticò è attivamente coinvolto nelle comunità scientifiche, essendo membro della Società Americana per le Neuroscienze (SFN), della Società Italiana di Farmacologia (SIF), e della Società Europea per le Neuroscienze (FENS), evidenziando il suo impegno e contributo continui al progresso della scienza farmacologica e neuroscientific.
 

Materiale informativo
Non ci sono materiali per questa news.
Video
Non ci sono video per questa news.
Altro da questa azienda