Produttori
Teethan
TeethanViale Carlo Forlanini, 42/A20024, Garbagnate Milanese MI
Prof. a.c. Alessandro Nanussi
Intervista

Vedi il CV


Alessandro, come nascono la tua passione e il tuo interesse verso la gnatologia?

Sono entrato in Odontoiatria dopo ave

Vedi il CV


Alessandro, come nascono la tua passione e il tuo interesse verso la gnatologia?

Sono entrato in Odontoiatria dopo aver già intrapreso un percorso di Ingegneria, dove ho sviluppato la mia passione per la biomeccanica. L’interesse per la postura e la funzione generale in Odontoiatria è stato immediato. Per questo ho approfondito lo studio della Gnatologia in senso stretto, mantenendo sempre una visione estesa e multidisciplinare.

 

Hai adottato tecnologie per la valutazione funzionale quando erano ancora dei prototipi. Cosa ti ha spinto a cercare una quantificazione oggettiva, ormai, più di 10 anni fa?

Puntare l’attenzione sull’essenziale. Il principio è: il paziente è davvero in comfort o si sta adattando? Sappiamo che le forze non spariscono, dunque mi chiedo: dove si esercita il sovraccarico? I denti, l’articolazione, i muscoli...?

 

Come è cambiata, in quest’ultimo decennio, la scena gnatologica italiana ed europea? Di cosa la comunità scientifica dovrebbe essere fiera a riguardo?

Oggi, l’interesse per la funzione è molto alto in Italia e in Europa. Parliamo di una disciplina dove l’ascolto del paziente è fondamentale, forse più che in altri ambiti odontoiatrici, come si può evincere applicando i Criteri Diagnostici Internazionali per i Disordini Temporo-mandibolari. Il paziente viene posto al centro in quanto persona che necessita di una diagnosi clinica e l’approccio interdisciplinare è condiviso a livello internazionale. Le Società Scientifiche europee sono il riflesso di scuole di pensiero differenti ma concordano su queste basi essenziali, e hanno ormai una condivisione di intenti e di relatori. Le tematiche associate alla funzione sono rilevanti nei congressi anche delle altre discipline, ed è frequente ormai vedere affrontare l’argomento in congressi e corsi di protesi, conservativa e parodontologia.

 

Perché proprio Teethan?

Dopo una quindicina d’anni di metodiche convenzionali, Teethan ha superato il limite di quantificazione che puntualmente incontravamo nell’analisi elettromiografica, raggiungendo la sua migliore espressione: quantificare la risposta dell’azione muscolare al carico occlusale. Poter quantificare con un algoritmo affidabile quello che prima era semplice osservazione di un tracciato grezzo mi ha dato delle certezze, togliendo dalla valutazione il parametro opinione e sostituendolo con un dato numerico.

 

Qual è il consiglio che ti senti di dare ai tuoi colleghi quando si parla di comprensione funzionale del sistema paziente?

È vantaggioso per chiunque sapere come controllare le forze occlusali, gestire il sovraccarico ad ogni livello, ottimizzare la funzione statica e dinamica delle nostre riabilitazioni!

 

Cosa ti aspetti dal discorso funzionale nei prossimi 10 anni?

Mi sento di offrire due chiavi di lettura. La prima è l’attenzione alla biomeccanica ed il controllo delle forze per eseguire delle riabilitazioni adattate all’esigenza specifica del paziente e non alle quali il paziente debba adattarsi, anche grazie alle tecnologie che assistono la clinica. La seconda riguarda, invece, il dolore e le limitazioni funzionali. L’odontoiatra avrà sempre più chiari i protocolli di collaborazione con professionisti di discipline diverse (es: fisioterapista, neuropsichiatra, psicologo), con l’obiettivo di portare un miglioramento della qualità di vita ai propri pazienti.

 

Per sapere di più su Teethan clicca qui.

 


 

Alessandro Nanussi

Si occupa da più di 30 anni di analisi funzionale in gnatologia, protesi e odontoiatria sportiva. È past-president SIOS, AIGeDO, socio fondatore e consigliere della International Academy of Innovative Dentistry, consigliere e referente del comitato scientifico e didattico della European Association for Sport Dentistry.

 

Dr. Michele Tepedino
Intervista

Vedi il CV 


Quali quesiti clinici l’hanno portata ad intraprendere lo studio sugli effetti a breve termine del trattamento ortodontico con

Vedi il CV 


Quali quesiti clinici l’hanno portata ad intraprendere lo studio sugli effetti a breve termine del trattamento ortodontico con allineatori invisibili sulla funzione masticatoria di pazienti senza storia o presenza di sintomi e disturbi temporomandibolari?

Il primo dei due motivi è relativo alla modifica della dimensione verticale derivante dalla presenza dei due allineatori che coprono l’intera superficie occlusale di ambedue le arcate. Il secondo motivo è relativo all’insorgenza di un morso aperto posteriore e fremito anteriore su diversi dei pazienti in cura. Ci è quindi sembrato giusto approfondire il tema da un punto di vista scientifico.

 

Cosa si aspetta di trovare nelle attività di indagine successive rispetto ai disequilibri trovati in centrica?

La sensazione è che la coorte sana che abbiamo analizzato sia dotata di una capacità di compenso tale da fare ritorno ad un’occlusione centrica bilanciata. Va detto, però, che già alcuni dei pazienti analizzati hanno avuto bisogno di una verifica occlusale accurata a fine trattamento. 

 

Quale messaggio può essere d’aiuto nella vita di studio quotidiana per i colleghi?

Gli allineatori sono uno strumento ortodontico fantastico. A differenza dell’ortodonzia con apparecchiature metalliche, bisogna essere consapevoli che gli allineatori introducono un cambio di dimensione verticale paragonabile all’inserimento di rialzi. In più, se indossati secondo prescrizione, l’occlusione del paziente finisce per diventare quella su allineatori.
È indubbio che la muscolatura sia in grado di adattarsi nella maggioranza dei casi, ma bisognerebbe sempre fare attenzione a non inserire elementi di squilibrio.

 

Il suo lavoro (et al. 2023*) ha analizzato l’evoluzione dell’occlusione durante il trattamento con allineatori invisibili. Quali sono i vantaggi che Teethan® può apportare in un trattamento con allineatori invisibili?

Nel corso del trattamento è bene valutare anche la chiusura del paziente con gli allineatori perché diventerà la sua chiusura abituale per un po' di tempo e Teethan permette di farlo. Verificare che il paziente percepisca una chiusura comoda tanto funzionalmente che sui singoli contatti permette di intervenire per aumentare il comfort del paziente nei casi che lo richiedano, permettendo di risparmiare tempo alla poltrona, ma soprattutto di aumentare la compliance del paziente.


In quali momenti del trattamento consiglierebbe ai suoi colleghi di effettuare l’esame Teethan® sul paziente?

Teethan è di importante aiuto in tutte le fasi del trattamento ortodontico a partire dallo studio del caso fino ad arrivare all’adattamento alla nuova occlusione. Fotografare l'equilibrio occlusale del paziente (anche asintomatico), permette di valutare se è pronto ad essere sottoposto ad uno stress importante come lo spostamento degli elementi dentali, oltre a fornire informazioni sulla futura accettazione funzionale della terapia ortodontica. Teethan consente di andare oltre l’analisi occlusale e saggiare la componente muscolare che tante volte è conseguenza - ma anche causa - di varie problematiche, dando una visione più completa, che altrimenti non avrei. Se si riconosce valore nell’apprezzare la componente neuromuscolare nel grande schema della comprensione del paziente, Teethan è il prodotto che risponde a questa esigenza. Quello che mi piace di Teethan, infine, è il protocollo di standardizzazione e che ci dà uno strumento di analisi elettromiografica molto valido (motivo per cui, tra tanti elettromiografi, io e i miei colleghi abbiamo scelto questo).   

 

*Rif. DOI: 10.1016/j.ajodo.2022.10.025

 


 

Dr. Michele Tepedino

Laurea "cum laude" in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l'Università degli Studi dell'Aquila.
Dott. di Ricerca, Spec. in Ortognatodonzia, Ricercatore, autore di numerose pubblicazioni.

 

Dalle aziende

Con la legge di bilancio 2021 è stata disposta una ulteriore proroga, fino al 31 dicembre 2022, del “Credito di imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno”.

Questa misu

Con la legge di bilancio 2021 è stata disposta una ulteriore proroga, fino al 31 dicembre 2022, del “Credito di imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno”.

Questa misura, nata nel 2016, garantisce una serie di aiuti a quelle piccole e medie imprese, start up e aziende nascenti o già esistenti, che si impegnano nell’acquisto di mezzi di produzione aggiornati e innovativi, comprese le strutture eco-sostenibili e per la riqualifica dell’energia.

Le agevolazioni, nello specifico, consistono in un credito di imposta di liquidità immediata attraverso il compenso in F24 che può, inoltre, essere cumulato alle agevolazioni e ai vantaggi previsti dal piano transizione 4.0.

 

Chi può accedere

Possono accedere al credito d’imposta 2021, tutte le imprese che hanno sede legale nelle regioni di: Abruzzo, Campania, Basilicata, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Tra i vari aiuti previsti dal Credito di imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, risulta essere particolarmente interessante, per le imprese, il credito di imposta collegato all’acquisto di mezzi di produzione aggiornati e innovativi, che sostanzialmente consiste nella possibilità di fruire del credito dimposta per “liquidità immediata per le piccole, grandi e medie imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, compresi i macchinari e gli upgrade tecnologici come software e mezzi digitali che favoriscano la produzione e il profitto”.

In questa categoria rientrano perfettamente diverse tecnologie digitali e innovative, come quelle del mondo Teethan.

 

Tecnologie Teethan agevolabili

I prodotti Teethan eleggibili secondo gli incentivi fiscali previsti dal Credito di imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno sono il TMJOINT con 4 sonde e il TMJOINT con 6 sonde wireless associate a HEY BRAIN PC.
Per questo tipo di investimenti è previsto un credito d’imposta del 45%, dato dal Credito di imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, se l’attività è svolta nelle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna o Abruzzo, al quale può essere sommato un ulteriore credito d’imposta del 50% sull’investimento effettuato, legato al Nuovo Piano Transizione 4.0.

 

 

Vediamo un esempio

Struttura clinica operante in Puglia che realizza un investimento dal valore di euro 10.000 cumulabile con il credito d’imposta del nuovo piano di Transizione 4.0:

Prezzo di acquisto del bene                                      € 10.000

Anno di entrata in funzione del bene                          2021

Percentuale dell’agevolazione (Industria 4.0)             50%

Credito d’imposta Industria 4.0 (*)                             € 5.000

Percentuale dell’agevolazione (Bonus Sud)              45%

Credito d’imposta investimenti nel mezzogiorno        € 4.500

Credito d’imposta complessivo                                 € 9.500

Costo effettivo del bene                                            € 500

(*) Il credito d’imposta non concorre alla formazione del reddito nonché della base imponibile dell’Irap. Inoltre, è possibile cumulare il beneficio fiscale con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi.

 

Come usufruire del credito di imposta? 

Il credito d'imposta è attribuito in relazione agli investimenti nuovi realizzati a decorrere realizzati entro il 31 dicembre 2022 effettuati nel Mezzogiorno e, per fruirne, i soggetti interessati devono presentare all’Agenzia delle entrate un’apposita comunicazione nella quale devono essere indicati i dati degli investimenti agevolabili e del credito d’imposta, del quale è richiesta l’autorizzazione alla fruizione.

 

Scadenza dellagevolazione

La data di ultimazione degli investimenti, originariamente fissata al 31.12.2019, è stata prorogata al 31.12.2022 dalla recente Legge 30 dicembre 2020 n.178 - Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023.

 

Conclusione

Per ulteriori informazioni sulle tecnologie Teethan eleggibili con le agevolazioni fiscali previste dal Credito di imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno e dal nuovo Piano Transizione 4.0, puoi contattarci e parlare con i nostri esperti compilando il form che si trova al link qui sotto.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU'

Il primo strumento per l'analisi dell’equilibrio dell’occlusione dentale

Med-Tech
Teethan

Teethan® è un dispositivo medico costituito da un sistema wireless a 4 sonde che, valutando l’attività dei principali muscoli masticatori (temporali e masseteri), è in gLeggi tutto

Teethan® è un dispositivo medico costituito da un sistema wireless a 4 sonde che, valutando l’attività dei principali muscoli masticatori (temporali e masseteri), è in grado di misurare oggettivamente i parametri clinici dell’occlusione dentale.

Teethan® include 2 protocolli per l’analisi statica (serramento) e dinamica (masticazione) del contatto dentale.

L’esame Teethan® restituisce informazioni non rilevabili con i metodi tradizionali, dura meno di 1 minuto, è sicuro e non invasivo per i pazienti.

Teethan® è disponibile anche nella versione XT per la valutazione funzionale dell’occlusione dentale e della sua correlazione con le condizioni del distretto cervicale.

 


 

Caratteristiche e vantaggi

  • Consente di valutare oggettivamente la condizione occlusale del paziente

  • Supporta l‘esperienza clinica con dati quantitativi e misure oggettive

  • Apporta un contributo importante nella pratica clinica quotidiana (prima visita, riabilitazione protesica, bite e occlusione, ortodonzia, occluso-posturologia, gnatologia)

  • Permette di monitorare l’evoluzione del trattamento

  • Aiuta a comunicare meglio con il paziente

  • Facilita il dialogo con altri professionisti (es. fisioterapista, posturologo)

Read less